Nota bene: il sito web è in aggiornamento. I risultati aggiornati dello studio di Carbon Footprint di prodotto sono in fase di certificazione da parte di ente terzo indipendente e saranno disponibili a breve.

***

Castello ecosostenibile

Birra Castello SpA rappresenta uno dei pochi gruppi imprenditoriali italiani indipendenti del settore birrario. Dal 2006 lo stabilimento di San Giorgio di Nogaro (Udine) si è aggiunto a quello storico di Pedavena (Belluno), fondato nel 1897. Oggi l’azienda è presente nel mercato con i marchi Birra Castello, Fabbrica di Pedavena, Superior  e Birra Dolomiti. L’esperienza e il know-how di oltre cento anni di tradizione birraria locale sono state rivisitate dal nuovo management alla luce delle moderne tecniche di gestione e controllo.

E così dal 2012 l’azienda ha deciso di implementare il trasporto su rotaia per ridurre l’impatto del suo inquinamento da anidride carbonica. In quell’anno ha aperto il collegamento ferroviario per spedire mensilmente un convoglio di prodotto dall’Interporto di Cervignano fino alle stazioni di Catania e di Bari.

Nel 2015 ha consolidato tale metodologia di trasporto, assieme al partner modale Logistica Uno, attivando la tratta San Giorgio di Nogaro – Bari, aprendone un’altra nel 2016  con l’Interporto Sud Europa di Maddaloni (Caserta). Ridurre le emissioni a partire dai trasporti è da anni la parola d’ordine di Birra Castello, che nel 2013 ha anche firmato con il ministero dell’Ambiente un accordo volontario per promuovere progetti comuni finalizzati all’analisi e alla riduzione dell’impronta di CO2.

Premio Assologistica 2016

Tale sforzo è stato riconosciuto da Assologistica che, a novembre 2016, ci ha premiati “Per l’innovativo approccio multimodale ecosostenibile” (nella foto, Stefano Falcone – sulla destra – riceve il premio per conto di Birra Castello assieme ai dirigenti di Logistica Uno).